lunedì 2 dicembre 2013

Riciclare le retine della frutta: spugna per i piatti

Dopo aver parlato di rifiuti, non potevo trattenermi dal mantenere la mia promessa e inaugurare una nuova sezione per questo blog, dove raccogliere i miei progetti di riciclo creativo e non. Ecco il primo!

Qualche giorno fa, tornata dal supermercato sono stata presa dal solito nervoso nel guardare quanta plastica avvolgeva i miei acquisti. Mentre rimuginavo però mi è tornato in mente di aver letto da qualche parte sul web l'idea di riciclare le retine di plastica della frutta per farne delle spugne per i piatti.
Qui urge una specifica: io sono molto esigente in fatto di spugne per i piatti. Devono soddisfarmi fino in fondo perché non ho una lavastoviglie e di conseguenza io e loro ci frequentiamo più che quotidianamente. Se non c'è feeling è un disastro. Quindi l'dea della spugna mi attirava, ma allo stesso tempo ero scettica. Infatti ho dovuto fare un po' di prove, prima di trovare la "formula giusta"! ;)

Occorrente:
- aglio
- mandarini
- patate

Scherzo! Io ho usato le loro retine, ma non è il contenuto che conta! ;)

riciclare le retine_spugna piatti

Il procedimento è semplice: tagliare le retine, accartocciarle e infilarle nella retina dell'aglio.
Il trucco però c'è, ed è questo: la retina delle patate nel mio caso era di quelle in plastica dura. Da sola, dentro quella dell'aglio (fatta allo stesso modo) non era abbastanza "spugnosa", si teneva in mano malvolentieri, faceva poca schiuma ed era troppo rigida per l'uso. L'ho quindi avvolta completamente nella rete dei mandarini, una di quelle reti sempre in plastica, ma molto più morbide, quasi come se fossero dei tessuti. Poi l'ho infilata nella rete dell'aglio (ribaltata su se stessa in modo che il ferretto di chiusura rimanesse all'interno) e ho chiuso il tutto con uno di quei laccetti con l'anima metallica.
Il risultato è ottimale: si tiene bene in mano, fa tantissima schiuma con pochissimo sapone (e dura a lungo), pulisce meravigliosamente anche lo sporco difficile ma senza graffiare. Al momento è la mia spugna preferita. Provare per credere!

7 commenti:

  1. Ma che figata! Ci proverò! ;-)

    RispondiElimina
  2. Noooo...che idea super ganza! la proverò di sicuro, così finalmente la smetterò di buttare via quelle retine e le terrò per un nobile scopo.
    (però non devo farmi beccare dal non-marito che accumulo, sennò nuove paranoie...)

    RispondiElimina
  3. Le faccio sempre anche io le spugne con le retine, ma questo trucco di infilarle una dentro l'altra mi sembra veramente super! Proverò sicuramente!
    Grazie!
    Ciao
    Serena

    RispondiElimina