domenica 26 gennaio 2014

Mascarpone ai cachi e un po' di chiacchiere

Sono un po' latitante ultimamente perché, come spesso mi succede, sono alle prese con più di un progetto alla volta e di conseguenza il tempo necessario per portarne ciascuno a termine si alluuunga.
Senza contare che in questi giorni Enrico ed io ci stiamo dando da fare con un lavoro di falegnameria non da poco: la tanto attesa scrivania!
La nostra Casina Verde infatti al momento è provvista dei soli mobili strettamente indispensabili: una cucina un po' accrocchiata, un vecchio tavolo da pranzo con sedie miste, un letto con due comodini di recupero, un divano, una microscopica libreria e ovviamente la macchina da cucire (che è uno di quei vecchi modelli a pedale con tutto il mobiletto). Non che la casa sia così piccola da non poterci fare entrare altro, sia bene inteso, anzi! Il fatto è che abbiamo l'ambizione di volerci costruire da noi tutti i mobili, un pezzo alla volta. Probabilmente vi sembrerà strano (in molti ce lo hanno anche già detto!), ma che volete farci? Noi siamo fatti così. Non ci costa troppo avere una casa work in progress, quello che conta è fare le cose come le vogliamo. In fondo prima di approdare qui abbiamo vissuto due anni praticamente in 9 mq per cui ci siamo abituati a uno stile di vita sobrio, senza tante pretese. Anzi, il fatto di non aver finito né arredato la casa tutta in una volta ci piace, perché ci permette di capire meglio gli spazi e adattarli alle nostre esigenze in modo più personale.
Inoltre vorremmo evitare, per quanto possibile, l'acquisto di mobili tradizionali perché avendo progettato e ristrutturato questa casetta secondo i criteri della bioedilizia (uno di questi giorni ve ne parlerò più in dettaglio) ci dispiacerebbe non avere un occhio di riguardo verso l'arredo. Vorremmo che tutto in casa fosse realizzato con materiali naturali e finiture naturali, e l'unico modo per poterlo fare (escludendo l'idea di acquistare tutto da un rivenditore bio e fare un mutuo solo per i mobili!) è fare da sé. D'altra parte Enrico ha studiato da falegname proprio con questa idea in testa.
E così finalmente abbiamo messo mano al primo oggetto sulla lista: la famosa scrivania. Non vedo l'ora che sia finita!! Prometto che metterò una foto!
E quanto prima vi farò vedere cosa sto combinando in questi giorni con la macchina da cucire.

Nel frattempo vi lascio con una ricetta dolce, l'ultima della stagione dei cachi: il Mascarpone ai Cachi


crema di mascarpone e cachi

Crema di Mascarpone e Cachi:
1 caco
2 uova intere
200 g di mascarpone
100 g di zucchero di canna integrale grezzo
biscotti e cioccolato fondente per guarnire

La ricetta è molto semplice: si tratta di realizzare una classica crema al mascarpone aggiungendo la polpa di un caco frullata. Ho alternato nei bicchieri la crema ottenuta con due strati di biscotti secchi sbriciolati ed infine spolverizzato di scagliette di cioccolato fondente.
Semplice ma molto buono. Provare per credere!

2 commenti:

  1. Ho ancora un po' di cachi avanzati dal mio albero...magari ci provo!!! ^_^

    RispondiElimina